Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sarkozy in Sudafrica per vendere centrali nucleari

Il presidente francese Nicolas Sarkozy è arrivato questa mattina in Sud Africa per una visita ufficiale di due giorni, dopo la tappa di ieri in Ciad. La crisi energetica sudafricana dominerà quindi gli incontri e Mbeki si aspetta da Parigi un rafforzamento degli investimenti in questo settore così come nei trasporti – pubblici e privati – e nell’aeronautica.

Della delegazione di Sarkozy fa parte Anne Lauvergeon, la presidente di ‘Arevà, colosso francese degli impianti nucleari, che punta a un contratto per la costruzione di dodici centrali, che dovrebbe coinvolgere Bouygues e EDF insieme con la sudafricana Aveng.
La Francia è l’ottavo partner commerciale del Sud Africa.
Gli scambi l’anno scorso toccarono i 2,2 miliardi di euro, ma la bilancia commerciale pende a favore di Parigi. Il Sud Africa esporta soprattuto minerali e metalli, mentre importa macchinari, prodotti chimici e farmaceutici.
Non mancheranno tempi di politica internazionale, come la sicurezza sul continente africano, in primo luogo la crisi in Ciad.
Sarkozy e Mbeki discuteranno anche di riforma delle Nazioni Unite, del Fondo monetario e della Banca mondiale.
Da Città del Capo Sarkozy e consorte si trasferiranno a Johannesburg per un incontro privato con l’ex presidente e Nobel per la Pace Nelson Mandela, icona della lotta pacifica che portò alla fine del regime dell’apartheid.