Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Continua la repressione politica in Egitto

Le autorità egiziane hanno arrestato almeno 36 Fratelli musulmani, nell’ultima retata di una nuova campagna di repressione che da metà febbraio ha già portato in carcere oltre 250 membri della confraternita, l’unica forza d’opposizione in Egitto…

Fonti della sicurezza hanno detto che i nuovi arresti, alcuni dei quali sono candidati alle elezioni amministrative del mese prossimo, sono avvenuti all’alba in sei province, ma in particolare nella regione del Delta del Nilo.
In tutto 550 Fratelli musulmani sono in prigione, secondo diverse fonti.
I Fratelli musulmani, che vogliono creare uno Stato islamico, hanno rinunciato alla violenza e occupano il 20 per cento dei seggi in parlamento, con deputati eletti come indipendenti.
La confraternita, fondata nel 1928, è al bando in Egitto dal 1954.
Le elezioni dell’8 aprile prossimo erano state rinviate due anni fa, nel timore di un’ulteriore vittoria del movimento dopo il grande progresso registrato dalla confraternita alle parlamentari del 2005.(