Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Uganda, convitto in fiamme: 21 bambine morte

Almeno 21 bambine tra i nove e gli undici anni e due adulti, probabilmente soccorritori, sono morti la scorsa notte a causa di un incendio che ha ridotto in cenere il dormitorio femminile di un convitto che alloggiava studenti di una scuola primaria ad una trentina di chilometri a sud est di Kampala, capitale dell’Uganda.

Il bilancio delle vittime potrebbe ancora salire poiché una madre che in mattinata si aggirava tra le mura ancora fumanti del dormitorio affermava che lì avrebbero dovuto esserci le sue due figlie, delle quali non si è ancora trovata traccia. E finora nessuno sa esattamente quante bimbe fossero nel luogo della tragedia. I corpi delle vittime, peraltro, sono carbonizzati, se non completamente inceneriti.
Tutto è iniziato ieri sera intorno alle 22 locali (le 21 italiane). All’improvviso sono divampate le fiamme in tre dormitori. In due di essi si è riusciti a domarle velocemente e senza danni importanti. Ma non è avvenuta la stessa cosa nel padiglione delle bimbe, chiuso a chiave -come sempre- dall’esterno. Il fuoco è stato violentissimo e non tutte le bambine, sorprese nel sonno, ce l’hanno fatta a scappare: dall’esterno insegnanti e soccorritori cercavano di buttare giù le porte a colpi di ascia, ma c’è voluto tempo, troppo tempo.
Ci sono anche numerosi feriti, ma sembra non gravi.
Decine di genitori in preda al panico e allo sconforto si aggiravano in mattinata nel collegio, che si chiama Buddo (dal nome del Paese dove si trova) Junior. Fondato 102 anni fa da frati missionari, era da moltissimo tempo un istituto gestito dal governo e con la fama di essere un ottimo collegio.
Si indaga sulle cause dell’incendio: potrebbero essere stati dei bracieri per difendersi dal freddo, ma sembra singolare che si siano sviluppati tre incendi contemporanei. Difficile, peraltro, almeno per ora, pensare al dolo.
Nel marzo del 2006 una tragedia analoga avvenne nel dormitorio di una scuola islamica a 300 km ad ovest di Kampala: almeno 13 bimbi persero la vita nell’incendio, molti furono i feriti.