Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Darfur, bombe sudanesi su una scuola: 13 morti

L’aviazione del Sudan ha bombardato una scuola elementare e un affollato mercato nel Darfur, uccidendo almeno 13 persone, tra cui sette bambini.

Lo hanno reso noto due organizzazioni umanitarie presenti nella martoriata regione.
L’Organizzazione per la Pace e lo Sviluppo del Darfur e il Darfur Diaries hanno riferito che un aereo governativo Antonov ha bombardato ieri il villaggio di Shegeg Karo nel North Darfur.
«La scuola è stata colpita e un’aula è andata distrutta. C’era una lezione in corso», hanno raccontato i volontari secondo i quali la più piccola vittima è un bambino di 5 anni, Yusuf Adam Hamid. Imprecisato il numero dei morti. I feriti sono una quarantina, di cui alcuni in gravi condizioni.
Anche il mercato di Shegeg Karo è stato colpito. Almeno sei i cadaveri recuperati, ma non è ancora certo il numero esatto delle vittime. Quando l’aereo ha bombardato, secondo le testimonianze, tra i negozietti e le bancarelle c’era centinaia di persone, in maggioranza donne e bambini.
Una risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha messo al bando qualsiasi offensiva militare aerea nel Darfur ma Karthoum non ha mai cessato di usare gli aerei per bombardare. La scorsa settimana anche un rapporto dei Caschi blu dell’Onu ha confermato l’uso di aerei da parte dei governativi per bombardare.