Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Mauritania: allarme prezzi, si dimette premier

Il primo ministro mauritano, Zeine Ould Zeidane, in carica dall’aprile 2007, ha presentato al presidente, Sidi Ould Cheikh Abdallahi, la sue dimissioni. Già nominato il suo sostituto: si tratta dell’economista, Yahya Ould Ahmed Waghf.

Lo ha annunciato la televisione nazionale, citando un comunicato della presidenza della Repubblica.
"Il presidente ha accettato le dimissione e ha ringraziato il primo ministro e i membri del governo per gli sforzi e il lavoro compiuti", ha riferito la televisione. Ould Zeidane, 42 anni, è stato sostituito con Yahya Ould Ahmed Waghf, 48 anni, ex professore alla facoltà di scienze economiche e giuridiche di Nouakchott che occupava il posto di ministro incaricato della segreteria generale della presidenza della Repubblica. Intanto, in seguito all’allarme prezzi per le materie prime, è stato triplicato in Mauritania l’ammontare dei prestiti destinati a finanziare il settore agricolo, al fine di rilanciare la produzione interna. Lo ha annunciato – riferisce l’agenzia Misna – il presidente della Mauritania, in un discorso radiotelevisivo, specificando che "i crediti agricoli passeranno dai 1,2 miliardi di ouguiya (3,3 milioni di euro) del 2007 a 3,8 miliardi di ouguiya (10 milioni di euro)". La Mauritania, il cui territorio è occupato per due terzi dal deserto del Sahara, è costretta a importare tre quarti del proprio fabbisogno alimentare a causa della scarsa produzione agricola.