Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Zimbabwe, entro un anno il ballottaggio

Un anno ancora nel caos. La Commissione Elettorale dello Zimbabwe non considera possibile organizzare entro i 21 giorni successivi all’annuncio dei risultati del primo turno delle presidenziali il ballottaggio tra il presidente in carica Robert Mugabe e lo sfidante e capo del Partito dell’opposizione Movimento per il Cambiamento Democratico (MCD), Morgan Tsvangirai, come previsto dalla legge.

Stando a quanto riferito da un osservatore elettorale, Marwick Khumalo, a capo della missione di osservazione del parlamento panafricano alle elezioni dello scorso 29 marzo, la Commissione ritiene che il secondo turno si terrà invece probabilmente «entro i 12 mesi» successivi alla diffusione dei risultati elettorali, per problemi di natura logistica.
La Commissione aveva diffuso i risultatii il 2 maggio, dopo un rinvio di oltre un mese . A Tsvangirai era stato attribuito il 47,9 per cento delle preferenze, contro il 43,2 di Mugabe. La Commisione – ha riferito l’osservatore – ha assicurato che il ballottaggio si svolgerà al più presto, «non oltre i prossimi 12 mesi».