Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Zimbabwe, Mugabe giura da presidente dopo ballottaggio solitario

Robert Mugabe certo della scontata vittoria al ballottaggio solitario accelera i tempi e già domenica 29 giugno giurerà come presidente dello Zimbabwe. Ne ha

Mugabe_2
nno dato notizia fonti vicine a Mugabe che, ignorando la condanna della comunità internazionale per il voto «farsa» di ieri, intende arrivare lunedi al vertice dei capi di Stato dell’Unione africana di Sharm el-Sheick in Egitto come se nulla fosse successo Le stesse fonti riferiscono, senza peraltro alcuna suspance, che dopo lo scrutinio di dei due terzi dei seggi Mugabe è nettamente in testa sul rivale, il leader dell’opposizione Morgan Tsvangirai. Formalmente, infatti, il nome di Tsvangirai, ritiratosi dopo le intimidazioni e le violenze, era ancora presente sulla scheda perché la Commissione elettorale di Harare non ha considerato valido il semplice annuncio del ritiro.

Mentre la stampa governativa locale parla di un altissima affluenza i testimoni e gli osservatori internazionali sul posto hanno riferito che in molte aree la maggioranza, malgrado le minacce dei sostenitori di Mugabe, ha snobbato le urne Tsvangirai si era aggiudicato il primo turno il 29 marzo scorso ma a un passo dal quorum del 50% che gli avrebbe assegnato immediatamente la presidenza: ottenne il 47,9 contro il 43,2% di Mugabe, ininterrottamente al potere dal 1980 Ieri sera solo a causa dell’opposizione del Sudafrica che ancora difende il regime di Mugabe il Consiglio di sicurezza dell’Onu non è riuscito ad approvare una risoluzione di condanna del voto.