Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Una buona notizia. In Rwanda il nuovo parlamento sarà formato in maggioranza da donne

E’ la prima volta al mondo. Il nuovo Parlamento del Rwanda sarà composto in maggioranza da donne. Secondo la Commissione elettorale saranno donne almeno il 55 per cento dei deputati eletti. Il paese africano in cui sono in vigore quote rosa che impongono il 30 per cento di seggi assegnati a donne, è quindi il primo al mondo a ribaltare la percentuale del potere legislativo. A vincere le elezioni legislative è stata la coalizione formata dal Fronte patriottico del Rwanda (Fpr) guidato dal presidente Paul Kagame, e da altri sei partiti minori, con 42 seggi vinti sui 53 assegnati con voto diretto, sempre secondo quanto emerge dai risultati ancora non definitivi diffusi a Kigali dal presidente della commissione elettorale, Chrysologue Karangwa.

Nel parlamento uscente, le donne erano comunque il 48,8 per cento. Dei 53 seggi in palio ieri, la «coalizione guidata dal Fpr ne ha guadagnati 42, il Partito socialdemocratico sette e il Partito liberale quattro», ha annunciato il presidente della commissione elettorale davanti alla stampa, ai rappresentanti dei partiti in lista e degli osservatori inviati dall’Unione Europea. L’Assemblea nazionale conta in totale 80 deputati. «Aspettiamo ancora i risultati delle elezioni (che si svolgono) nelle nostre ambasciate negli Stati Uniti, in Canada e in Giappone, anche se questi non cambieranno il risultato globale», ha aggiunto Karangwa. Lo scrutinio continuerà fino a giovedì con la designazione da parte delle donne, dei giovani e dei disabili di deputati che li rappresentino. Il Partito liberale e il Partito socialdemocratico non rappresentavano una vera e propria opposizione alla coalizione del Fronte, avendo sostenuto nel 2003 la candidatura del presidente Kagame.

  • giovanni |

    Speriamo che tutto ciò porti a qualcosa di positivo in quell’aerea e non sia la solita operazione di facciata per tenere buona la popolazione.

  Post Precedente
Post Successivo