Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sudafrica, Motlanthe nuovo presidente al posto del dimissionario Mbeki

Il vicepresidente del Congresso nazionale africano (Anc, al potere in Africa del Sud), Kgalema Motlanthe, è stato designato oggi presidente della Repubblica ad interim con pieni poteri, al posto del dimissionario

13fadwa1_4
Thabo Mbeki. Lo ha indicato all’Afp il portavoce del gruppo parlamentare. Mbeki, che ieri sera ha annunciato in diretta tv di aver consegnato una lettera di dimissioni alla presidente del parlamento, ha negato di aver condizionato la giustizia al fine di danneggiare la probabile elezione nelle prossime presidenziali del suo rivale Jacob Zuma.
«Noi abbiamo sempre protetto l’integrità della giustizia», ha detto Mbeki in un discorso radiotelevisivo durante il quale ha presentato le sue dimissioni. «Non abbiamo mai attentato al diritto dei servizi del procuratore generale di impegnarsi o meno in inchieste», ha aggiunto, negando qualsiasi ingerenza nell’inchiesta per corruzione su Jacob Zuma.
«Ho scritto al collega di partito Baleka Mbete per comunicargli le mie dimissioni dall’alta carica di presidente della repubblica del Sudafrica, con effetto a partire da una data che sarà stabilita dall’Assemblea nazionale», ha detto Thabo Mbeki.

«Sono stato membro leale del Congresso nazionale africano (Anc) per 52 anni. Io resto un membro dell’Anc, ed è per questo che rispetto la sua decisione», ha aggiunto. Ieri il comitato direttivo del partito – al potere dalla caduta dell’apartheid nel 1994 – aveva invitato il presidente a dimettersi dopo l’addensarsi su di lui di sospetti di aver strumentalizzato la giustizia. Indirizzando la nazione il presidente Mbeki ha ricordato poi gli importanti sviluppi del Sudafrica degli ultimi anni: "Sono convinto che la prossima amministrazione porterà avanti i lavoro degli ultimi 14 anni, in modo che i problemi legati alla povertà, alla disoccupazione, le sfide del crimine e della corruzione cessino di definire le vite di molte persone".
Mbeki ha ringraziato la nazione per il supporto e per i tanti messaggi ricevuti negli ultimi giorni. "Tempi difficili necessitano di coraggio e forza" ha ribadito il presidente sudafricano.
Thabo Mbeki ha "categoricamente" escluso di aver interferito nel lavoro degli inquirenti "sull’affare doloroso" che riguarda il presidente dell’Anc Jacob Zuma.

  • Giovanni |

    E’ incredibile, da noi la nostra classe politica (sia PDL che PD) quando la magistratura indaga su di loro gridano al colpo di stato, all’ingerenza della magistratura sulla vita politica del paese e in Sudafrica al minimo sospetto di ingerenza il presidente della repubblica si dimette.

  Post Precedente
Post Successivo