Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Darfur, il Tribunale penale prende tempo per arresto presidente Sudan

I giudici della Corte penale internazionale dell’Aia (Cpi) hanno chiesto al Procuratore capo Luis Moreno-Ocampo di presentare entro un mese nuove prove contro il Presidente sudanese Omar al Bashir, prima di decidere se spiccare un mandato di arresto nei suoi confronti. Il Procuratore ha accusato il Presidente sudanese di genocidio e crimini contro l’umanità nella regione del Darfur, dove dal 2003 è in corso una guerra civile. Il caso è stato presentato alla Corte lo scorso luglio. Al Bashir ha respinto ogni accusa e i suoi alleati hanno chiesto al Consiglio di sicurezza dell’Onu di sospendere le indagini della Cpi. L’Unione africana e la Lega araba sostengono che un eventuale mandato di arresto contro al Bashir potrebbe compromettere ogni processo di pace in Darfur.

  • Giovanni |

    Si d’accordo ma poi chi è che lo va a prendere? Non penseranno mica che quello si farà semplicemente arrestare così e condurre via. Per Milosevic fu necessario bombardare la Serbia prima che si decidessero a rovesciare il suo regime e a consegnarlo.

  Post Precedente
Post Successivo