Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Rifiuti tossici in Costa d’Avorio: pesanti condanne (in Africa però non in Campania)

La Corte di assise dalle Costa D’Avorio ha condannato a 20 e cinque anni di prigione due degli imputati al processo sui rifiuti tossici sversati ad Abidjan nell’agosto 2006. Altri sette imputati sono stati assolti. La nave Probo Koala riversò oltre 500 tonnellate di rifiuti tossici in 15 siti della capitale ivoriana, causando la morte per avvelenamento di 17 persone, mentre altre migliaia denunciarono problemi di respirazione e nausea. La Corte ha inoltre condannato la società olandese incaricata del trasporto dei rifiuti, Trafigura, al pagamento di un indennizzo al governo di 200 milioni di dollari.

L’azienda non ha mai ammesso alcuna responsabilità, affermando di aver appaltato la gestione dei rifiuti, in buona fede, a una società locale, Tommy. La corte ha condannato a 20 anni di carcere il proprietario di Tommy, il nigeriano Salomon Ugborugbo, riconosciuto colpevole di avvelenamento. Il secondo imputato condannato a cinque anni di carcere è un un agente della società che gestiva la Probo Koala al porto di Abidjan, Essoin Kouao, riconosciuto colpevole di complicità in avvelenamento.

  • Giovanni Di Silvestre |

    Che figura. Mi chiedo quando è che vedremo Bassolino sotto processo.

  Post Precedente
Post Successivo