Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Congo, migliaia di civili attaccano uffici Onu: “Non ci proteggono”

Migliaia di manifestanti hanno attaccato la sede della forza Onu a Goma, capoluogo della provincia orientale Nord-Kivu della Repubblica democratica del Congo, dove ieri sono ripresi gli scontri tra le forze governative e i ribelli dell’ex generale Laurent Nkuna. Migliaia i civili costretti alla fuga. Gli attacchi ai peacekeeper Onu sono diventati comuni nella provincia: i civili accusano le Nazioni Unite, forti di 18mila uomini dispiegati nel Paese, di non rispettare il loro mandato di proteggere la popolazione.

Stando a quanto riferito dalla portavoce della missione Onu, Sylvie van den Wildenberg, i manifestanti hanno lanciato sassi e pietre contro il muro che circonda gli uffici Onu, danneggiando alcuni veicoli e mandando in frantumi i vetri delle finestre.  La forza Onu non è riuscita a far cessare gli scontri nella vasta regione del Nord-Kivu ed entrambe le parti la accusano di parteggiare per l’altra.
Intanto, oggi i giornalisti hanno visto centinaia di soldati ritirarsi dalla linea del fronte a bordo di carri armati, autocarri, jeep e autovetture, diretti verso Goma. Ieri i miliziani di Nkunda hanno preso il controllo della base militare di Rumangabo, a circa 50 chilometri a nord di Goma.
Migliaia di sfollati stanno fuggendo dai combattimenti in corso nella provincia orientale della Repubblica democratica del Congo. I giornalisti hanno visto soldati a bordo di carri armati, autocarri, jeep e autovetture, che urlano furiosamente ai civili in fuga per farsi largo lungo la strada che porta a sud rispetto alla base militare di Rumangabo, conquistata ieri dai miliziani di Nkunda. I militari sembrano diretti al capoluogo provinciale di Goma. Centinaia i soldati a piedi. Nkunda ha minacciato di conquistare il controllo anche a Goma.

  • Giovanni |

    E’ comprensibile la rabbia della popolazione visto che in realtà questi peace keepers pensano soprattutto ai loro traffici personali e basta.

  Post Precedente
Post Successivo