Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Zimbabwe, manca acqua ad Harare colpita da colera

Interi quartieri di Harare, la capitale dello Zimbabwe colpita da un’epidemia di colera, non hanno acqua corrente a causa della mancanza del solfato di alluminio, usato per il suo trattamento. E’ quanto scrive oggi il quotidiano filo-governativo The Herald. "La maggior parte delle zone di Harare, compreso il centro della città, non ha acqua da ieri. Secondo il personale dell’Autorità nazionale dello Zimbabwe (Zinwa, responsabile dei servizi idrici), l’acqua non viene più pompata perchè mancano prodotti chimici indispensabili", si legge oggi sul quotidiano. Secondo fonti di Zinwa, l’autorità deve "ancora ricevere una consegna delle sostanze chimiche importate dal Sudafrica, finanziate dalla Banca centrale dello Zimbabwe".
Nelle strade di Harare, epicentro dell’epidemia di colera, gli abitanti trasportano taniche alla ricerca di acqua, mentre alcuni scavano pozzi. Da anni, la città di Harare deve far fronte a una scarsità di risorse idriche, per cui gli abitanti più fortunati hanno finito con lo scavare pozzi nei loro giardini. Anche nella città dormitorio di Chitungwiza, a 30 chilometri da Harare, gli abitanti non hanno più accesso all’acqua.
Secondo il ministro della Sanità, David Parirenyatwa, sono 11.071 i casi sospetti di colera registrati in tutto il paese dall’inizio dell’epidemia, lo scorso agosto. Al momento si sono avuti 425 decessi.