Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Somalia, prolungata per due mesi missione pace Ua

L’Unione Africana (Ua) ha deciso di prolungare di due mesi il mandato delle forze di pace panafricane che operano in Somalia, la cui missione avrebbe dovuto concludersi a fine anno. Lo rende noto la Bbc on line.
La decisione è stata presa ieri sera dal Consiglio per la Pace e la Sicurezza dell’Ua, organismo comparabile al consiglio di sicurezza dell’Onu, che ha anche invitato i Paesi africani ad inviare ulteriori truppe per rinforzare la missione.

L’operazione è iniziata nel marzo del 2007, e ha sempre inciso molto poco sul territorio. Attualmente conta 3.400 uomini, ugandesi e burundesi. La Nigeria ha annunciato l’intenzione di inviarne 850. Comunque il contingente totale è e resterà ben lontano dalle 8.000 unità previste.
Intanto la situazione sul territorio è sempre più drammatica: le milizie islamiche guadagnano terreno incessantemente, il governo non esiste, le truppe etiopiche (intervenute a fine 2006 sbaragliando le corti coraniche che controllavano quasi tutta la Somalia) sono in ritirata, operazione che dovrebbero concludere entro gennaio. Ed alla richiesta dell’Ua di posticipare il ritiro per consentire un rafforzamento delle truppe di pace panafricane, la risposta di Addis Abeba è stato un secco no.
Il rischio, dunque, è che le forze islamiche possano prevalere in tempi molto brevi, mentre l’Onu ha per ora escluso ogni possibile intervento militare in Somalia.