Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Zimbabwe, malnutrizione bambini aumentata del 60%

Il dramma dello Zimbabwe colpisce in primo luogo i bambini: nel 2008 la grave malnutrizione fra i più piccoli è cresciuta di oltre il 60% rispetto al 2007, denuncia oggi l’associazione britannica «Save the children». Mancano almeno 18mila tonnellate di cibo per il solo mese di gennaio, avverte l’organizzazione umanitaria, facendo appello ai donatori. Circa 5 milioni di abitanti dello Zimbabwe, pari al 50% della popolazione, hanno ora bisogno di aiuti alimentari per sopravvivere.

Gli innocenti abitanti dello Zimbabwe non dovrebbero soffrire di una crisi politica che è fuori dal loro controllo e «non vi sono scuse» per non fornire gli aiuti necessari, ha dichiarato Lynn Walker, responsabile di Save the children nel paese africano.
La produzione alimentare dello Zimbabwe, un tempo abbondante, è crollata in seguito ad una contestata riforma agraria imposta cinque anni fa dal dittatore Robert Mugabe, al potere da 28 anni. Il paese è da allora precipitato in una crisi economica senza fondo con un’inflazione fuori controllo. La situazione si è ulteriormente aggravata con un’epidemia di colera costata giá 1100 morti. Diversi paesi occidentali e africani hanno chiesto le dimissioni di Mugabe, riconfermato la scorsa estate in elezioni inficiate da brogli, che non hanno avuto nessun riconoscimento internazionale.