Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Congo: al via processo a Lubanga, signore della guerra

Si è aperto all'Aja il primo processo della Corte penale internazionale (Cpi) per la guerra civile nella Repubblica democratica del Congo. Alla sbarra il signore della guerra congolese Thomas Lubanga, accusato di aver reclutato, addestrato e usato centinaia di soldati-bambino per conto dell'ala armata dell'Unione dei Patrioti congolesi.

Tramite il suo avvocato, Lubanga si è dichiarato non colpevole.
Si stima che furono più di 30mila i bambini costretti a combattere tra il 2002 e il 2003 nella guerra inter-etnica scoppiata nella provincia Ituri, nell'est della Repubblica democratica del Congo. Il procuratore capo della Corte, Luis Moreno-Ocampo, ha affermato che soldati-bambini «di nove, 11, 13 anni», furono costretti a «uccidere, saccheggiare e violentare». «Quei bambini soffrono ancora le conseguenze dei crimini di Lubanga, non possono scordare ciò che soffrirono, ciò che videro, ciò che fecero», ha sottolineato.
Per mercoledì è prevista la testimonianza di un soldato-bambino. Il primo processo della Corte penale internazionale, chiamata a giudicare su genocidio, crimini contro l'umanità e crimini di guerra, dovrebbe durare diversi mesi.