Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Zimbabwe, opposizione accetta Governo di unità. Tsvangirai premier

Il partito di opposizione dello Zimbabwe, Movimento per il cambiamento democratico (Mdc), ha accettato di entrare a far parte del governo di unità nazionale con il Presidente Robert Mugabe. Lo ha ufficializzato oggi l'Mdc al termine di una riunione del partito, in cui è stato presentato l'accordo raggiunto lunedì scorso a Pretoria al termine del vertice dei leader dell'Africa australe.
Dopo 14 ore di summit a Pretoria con governo e opposizione dello Zimbabwe, i capi di Stato della Comunità per lo sviluppo dell'Africa australe (Sadc) hanno annunciato per il prossimo 13 febbraio l'insediamento del nuovo esecutivo, fissando per l'11 febbraio "il giuramento del premier e del vicepremier", dopo il voto in Parlamento, il 5 febbraio, dell'emendamento costituzionale necessario per creare la carica di primo ministro. Sarà il leader dell'Mdc, Morgan Tsvangirai, ad assumere la carica di primo ministro, mentre il leader della fazione dissidente del Movimento per il cambiamento democratico (Mdc), Arthur Mutambara sarà vicepremier, come già previsto nell'accordo siglato il 15 dicembre scorso da governo e opposizione.