Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Madagascar, la polizia spara su opposizione: 25 morti

Almeno 25 persone sono state uccise oggi durante le proteste scoppiate nella capitale contro il governo del presidente Marc Ravalomanana. Lo ha detto un ufficiale della polizia sul posto. Forze antisommossa della polizia hanno sparato su un gruppo di sostenitori del sindaco di Antananarivo Andry Rajoelina che si stavano dirigendo verso gli uffici del presidente. In precedenza il sindaco davanti a 20.000 persone si era nominato a capo di una «alta autorità di transizione», in una nuova tappa della sua opposizione al presidente. nanarivo. Lo ha riportato un fotografo dell'Afp. I manifestanti sostengono il sindaco destituito di Antananarivo, Andry Rajoelina, coinvolto in un braccio di ferro con il presidente Marc Ravalomanana.

"Visto il vuoto istituzionale relativo alla procedura di destituzione del presidente (…), Andry Rajoelina è nominato presidente dell'Alta autorità di transizione", ha dichiarato alla folla un collaboratore del sindaco allontanato martedì dal suo incarico dal governo.
Rajoelina ha in seguito nominato il suo primo ministro: si tratta di Roindefo Monja, un uomo politico di Tulear (sudovest del Paese). Centinaia di manifestanti si sono in seguito diretti verso un ufficio del presidente, in passato l'ufficio del sindaco della capitale, su iniziativa del giovane capofila dell'opposizione. "Questo palazzo appartiene al popolo ed al comune, decido di darlo al primo ministro", ha annunciato Rajoelina, che ha invitato i suoi sostenitori a manifestare in modo pacifico. Non è stato finora segnalato alcun incidente: la folla si è accontentata di cantare di fronte a un cordone di poliziotti dispiegato dinanzi all'ufficio della presidenza.