Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Kofi Annan: in Kenya si rischia l’anarchia

L'ex Segretario generale dell'Onu Kofi Annan ha lanciato un monito sul rischio che il Paese possa scivolare nell'anarchia se verranno ancora rinviate le riforme concordate un anno fa. L'ex Segretario generale dell'Onu sollecita in particolare la riforma del sistema elettorale, emendamenti alla costituzione e la creazione di un Tribunale speciale, per processare i responsabili delle violenze. 

Annan ha invitato il presidente keniano Mwai Kibaki e il premier Raila Odinga a recarsi il 30 e il 31 marzo prossimi a Ginevra per un incontro volto a rafforzare il percorso di riforme concordato dopo la crisi seguita alle elezioni del dicembre del 2007. Fu Annan a guidare il negoziato dopo gli scontri scoppiati in Kenya in seguito alle elezioni, in cui persero la vita più di 1.300 persone e che ne costrinsero oltre 650.000 ad abbandonare le proprie case.
"Se il governo e il parlamento del Kenya non riusciranno a creare un Tribunale speciale, il loro fallimento rappresenterà un duro colpo alla lotta all'impunità e metterà a rischio tutta l'agenda di riforme, da cui dipendono la stabilità e la prosperità del Kenya – si legge nel comunicato riportato oggi dalla stampa keniana – lo scopo dell'incontro è di fare il punto sulla situazione dopo la mediazione politica dei primi mesi del 2008 e di dare applicazione all'Accordo nazionale che ne scaturì".