Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Madagascar, Corte costituzionale riconosce Rajoelina presidente

 La Corte costituzionale del Madagascar ha riconosciuto come presidente il leader dell'opposizione, il 34enne ex sindaco della capitale Antananarivo, Andry Rajoelina, secondo quanto riportano i media locali.

Rajoelina quindi esercita le funzioni di presidente della repubblica del Madagascar in modo legittimo. Lo ha decretato oggi la Corte costituzionale malgascia definendo valida l'ordinanza con cui i vertici militari hanno trasferito ieri i poteri al sindaco di Antananarivo. La Corte costituzionale ha precisato che Rajoelina non potrà svolgere le funzioni di capo dello stato per più di 24 mesi, che è esattamente il periodo già stabilito dallo stesso Rajoelina entro il quale intende indire nuove elezioni.
La Corte «dichiara che Rajoelina esercita le attribuzioni di presidente della Repubblica secondo le disposizioni della Costituzione», si legge in un comunicato firmato dal presidente della alta corte, Jean Michel Rajaonarivoni.
Ieri il presidente in carica regolarmente eletto, Marc Ravalomanana, aveva consegnato il potere ai militari i quali a loro volta, nel giro di poche ore, lo avevano girato a Rajoelina, leader indiscusso dell'opposizione.
Il rispetto della Costituzione, chiaramente calpestata nei due mesi di sanguinoso braccio di ferro tra Ravalomanana e Rajoelina, è considerata condizione indispensabile perchè il Madagascar continui a ricevere gli aiuti internazionali di cui ha assolutamente bisogno. Sia l'Onu sia l'Unione Africana avevano espresso dubbi sulla legittimità del procesao politico in corso.