Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sudan, Bashir: ong spie. Ora minaccia di espellere i diplomatici

«Non temiamo le minacce dell'Occidente e siamo pronti a espellere anche i loro ambasciatori se andranno oltre gli incarichi diplomatici». È questa la minaccia lanciata contro i diplomatici occidentali presenti a Khartoum dal presidente sudanese, Omar al-Bashir, nel corso di un'intervista rilasciata al giornale egiziano 'al-Usbua'.

Parlando della decisione di allontanare dal Paese africano le organizzazioni non governative internazionali (Ong), Bashir ha spiegato che «sono presenti 87 organizzazioni straniere in Darfur» e che «di queste» ne sono state «espulse solo 12, il 6 per cento».
«Si tratta di organizzazioni che svolgevano attività di spionaggio – ha detto – Lo abbiamo fatto per mandare un messaggio all'Occidente e agli Stati Uniti. Non abbiamo paura delle vostre minacce nè delle vostre informazioni false, ma dico che siamo pronti a cacciare anche gli ambasciatori se vanno oltre i loro compiti diplomatici». Nonostante il mandato d'arresto della Corte penale internazionale che pende sul suo capo, Bashir ha ribadito che sará presente al prossimo vertice arabo del 30 marzo a Doha.