Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Ciad, i ribelli sudanesi: proseguiamo marcia verso capitale

Le truppe dei ribelli del Ciad, entrati ieri nel Paese dal vicino Sudan, continuano oggi la loro marcia verso la capitale N'Djamena, definita dagli stessi guerriglieri il loro "obiettivo finale".
"Le forze dell'Unione delle forze della resistenza (Ufr) continuano ad avanzare per il controllo totale delle principali città del Ciad", si legge in un comunicato inviato dagli stessi guerriglieri alla France presse e firmato dal suo portavoce aggiunto, Ali Ordjo Hemchi. "Faremo di tutto per arrivare a N'Djamena.

L'obiettivo finale è N'Djamena", ha detto all'agenzia di stampa presse un altro responsabile del movimento. L'Unione delle forze della resistenza (Ufr) è guidata da Timan Erdimi, nipote ed ex alleato del presidente Idriss Deby.
Secondo le stesse fonti, i guerriglieri hanno avuto oggi uno scontro "molto breve" con le forze governative nel sud-est del Paese, nei pressi della frontiera con Sudan e Repubblica Centrafricana. Nessun ufficiale ha confermato o commentato oggi questi scontri. Già nel febbraio 2008, i ribelli ciadiani erano entrati a N'Djamena, fallendo però nel loro intento di rovesciare il Presidente Idriss Deby, difeso anche dalle forze francesi presenti nel Paese.