Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Somalia, tre giorni di scontri a Mogadiscio: 65 morti. Bomba in moschea

È di 65 morti e oltre 190 feriti il bilancio degli ultimi tre giorni di scontri a Mogadiscio tra forze governative e ribelli islamici. Domenica un colpo di mortaio ha colpito una moschea causando 15 vittime, in gran parte civili che stavano aspettando la preghiera del pomeriggio.

I miliziani del gruppo integralista islamico di al Shabaab, considerato il braccio di al Qaeda in Somalia, hanno riferito di aver ucciso un «enorme numero di combattenti governativi e di islamici moderati». I guerriglieri islamici hanno quindi annunciato di aver preso il controllo della zona nord di Mogadiscio. Una fonte locale ha rivelato che agli scontri hanno preso parte anche combattenti stranieri. Le agenzie di sicurezza occidentali hanno più volte espresso la preoccupazione che la Somalia stia diventando covo del terrorismo internazionale.