Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sudan, Bashir va a summit in Libia (nonostante mandato d’arresto)

Il presidente sudanese Omar al Bashir parteciperà al summit della Comunità degli Stati sahelo-sahariani (Cen-Sad) domani e sabato in Libia, nonostante il mandato d'arresto internazionale spiccato nei suoi confronti. Lo rivela una fonte ufficiale libica. "Il presidente Bashir parteciperà al summit. E' sempre il benvenuto", ha indicato la fonte sotto condizione di anonimato.

Tripoli "non riconosce la decisione del Tribunale penale internazionale (Tpi)", che il 4 marzo ha emesso un mandato d'arresto internazionale contro il presidente Bashir per crimini di guerra e contro l'umanità in Darfur, provincia occidentale sudanese teatro di una violenta guerra civile dal 2003. Si tratta della seconda visita in Libia, la settima all'estero, per il capo di Stato sudanese da quando è stato spiccato il mandato.
Al centro dell'11esimo summit Cen-Sad, che si terrà a Sabratha, 65 chilometri a ovest della capitale libica, il conflitto tra Ciad e Sudan e la sicurezza nei due paesi, secondo il programma, di cui Afp ha ottenuto una copia. All'ordine del giorno anche l'evoluzione dell'Unione africana e la situazione in Somalia, in Mauritania, Guinea, Liberia e in Costa d'Avorio.
Oltre a Libia e Sudan, il Cen-Sad, che ha sede a Tripoli, raggruppa altri 26 paesi, tra cui Burkina Faso, Mali, Ciad, Niger, Eritrea, Repubblica Centroafricana, Senegal, Gambia, Gibuti, Nigeria, Tunisia, Marocco, Somalia, Togo, Guinea, Comore, Benin, Egitto, Guinea Bissau, Costa d'Avorio, Liberia, Ghana, Sierra Leone, Kenya, Mauritania, Sao Tomé e Principe.