Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sudan, 244 morti per scontri tribali

Violenti combattimenti tra due grosse tribù arabe nomadi nella provincia sudanese del Kordofan meridionale, vicino al Darfur, hanno causato 244 morti questa settimana, secondo quanto ha riferito il ministro sudanese dell'interno, Ibrahim Mahmoud Hamad. Le tribù arabe Miseriya e Rizeyqat si sono affrontate nel week end scorso vicino al villaggio di Meiram, situato alla frontiera del Kordofan meridionale e del Darfur, a più di 800 chilometri a sudovest della capitale sudanese Khartum.


"Il bilancio delle vittime è di 89 morti presso i Misserya, 80 presso i Rizeyqat e 75 nella riserva centrale (una unità di polizia" ha dichiarato Hamad davanti al consiglio dei ministri riunito a Khartum, secondo un resoconto dell'agenzia di stampa ufficiale Suna e secondo giornalisti presenti sul posto.
Le autorità "condurranno una approfondita inchiesta sull'incidente al fine di identificare gli autori (dei crimini, e) di tradurli davanti alla giustizia e prenderanno importanti misure per disarmare i civili" ha proseguito il ministro.
La polizia sudanese è intervenuta marted' per separare i belligeranti, ma è stata presa d'assalto da tremila cavalieri arabi della tribù Rizeyqat, causando la morte di "parecchi poliziotti e civili" ha detto il ministero senza specificare il numero delle vittime.
Le tribù nomadi arabe Rizeyqat e Misseriya vivono ai due lati della frontiera tra il Kordofan e il Darfur. Si erano già scontrate per l'accesso a pozzi d'acqua potabile destinati ad abbeverare il bestiame.