Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Cameroun, campagna nazionale contro le violenze sessuali

Al via in Camerun una vasta campagna nazionale contro le violenze sessuali, di cui sono state vittime nell'ultimo ventennio almeno 432.000 ragazze e donne nel Paese dell'Africa Occidentale.

 L'iniziativa, lanciata da una rete di oltre duecento associazioni e ong camerunensi in collaborazione con organizzazioni della società civile internazionale, prevede una massiccia campagna d'informazione «per far capire alla gente», ha spiegato Flavien Ndonko, responsabile locale della Cooperazione tecnica tedesca (Gtz), «che ogni caso di stupro va denunciato per porre freno alla diffusione di questo terribile crimine». I promotori della campagna -che durerà almeno due anni- sperano d'incoraggiare soprattutto i più giovani a rompere il silenzio intorno a un reato diffuso in Camerun soprattutto tra le mura domestiche.
Secondo uno studio diffuso dalla Gtz il giorno del lancio della campagna, in Camerun il 18 per cento degli stupri è compiuto da familiari e l'età media delle vittime è 15 anni. La legislazione camerunense prevede per lo stupro/incesto pene detentive fino al carcere a vita. Ma, secondo il rapporto, finora i casi denunciati raramente si sono commutati in condanne (un presunto stupratore su venti).