Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Clinton in Angola: stop alla corruzione

Il segretario di Stato americano Hillary Clinton ha richiamato ieri l'Angola a fare di più per combattere la corruzione. Ne ha parlato durante la sua visita di due giorni nel paese africano, diretta a rafforzare i rapporti tra le due nazioni. «La corruzione è un problema dovunque e, dove esiste, mina la fiducia della gente nella democrazia, distorce il sistema di governo e impedisce il pieno coinvolgimento delle persone nelle loro società», ha detto la Clinton in una conferenza stampa insieme al ministro degli esteri angolano, Assuncao dos Anjos.


Quello della corruzione è uno dei temi del viaggio di Hillary Clinton in Africa, anche sulla scia di quanto detto dal presidente Barack Obama nella sua visita in Ghana del mese scorso. Ha quindi invitato l'Angola a pubblicare online le sue entrate petrolifere e a lavorare con gli emissari Usa per aumentare la trasparenza.
Nel corso della sua visita a Luanda, la Clinton ha anche sollecitato l'Angola a organizzare «nei tempi previsti l'elezione presidenziale», dal momento che il voto fissato per il 2009 potrebbe essere rinviato.