Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Nigeria: 2,6 miliardi $ dalla banca centrale per salvare 5 banche

Drastica mossa oggi della banca centrale della Nigeria che, anche per arginare la forte crisi creditizia nel paese, è intervenuta su cinque banche iniettando capitali per 2,6 miliardi di dollari e allontanando d'ufficio i relativi amministratori delegati. Lo ha annunciato il governatore dell'istituto centrale Lamido Sanusi, scrive l'agenzia Bloomberg, aggiungendo che il sistema finanziario resta «sicuro e sano» e che l'intervento vede l'approvazione anche del presidente nigeriano Umaru Yar'Adua.

Secondo una recente analisi della società di ricerche newyorkese Eurasia Group, le banche nigeriane potrebbero aver in portafoglio asset tossici per 10 miliardi di dollari. I crediti degenerati sarebbero in parte il risultato di almeno 6,5 miliardi di dollari di cosiddetti 'margin loan' (sono prestiti da parte di intermediari che funzionano come un conto a margine: il controvalore della posizione per gli investimenti è in parte formato dal contante depositato a garanzia e in parte da denaro preso a prestito). Ai 'margin loan' avrebbero fatto infatti massiccio ricorso gli speculatori negli scorsi anni per acquistare azioni che, a partire dal 2000, hanno moltiplicato di 13 volte il proprio valore, per poi quasi dimezzarlo (-43%) nei nove mesi da settembre a giugno.
«Sono convinto che queste cinque istituzioni siano in una grave condizione e che il loro management abbia operato in modo nocivo per gli interessi dei loro correntisti e creditori», ha detto Sanusi. A perdere il posto sono stati il 'chief executive officer' (ceo) di Intercontinental Bank (Erastus Akingbola), di Oceanic Bank (cecilia Ibru), della Union Bank (Bart Ebong), delal FinBank (Okey Nwosu) e della Afribank (Sebastian Adigwe).
Sanusi è diventato governatore della banca centrale agli inizi di giugno, dopo un'esperienza di due decenni nel sistema bancario del paese che l'aveva visto agli inizi di quest'anno diventare anche il direttore generale della First Bank of Nigeria, maggior istituto di credito dell'Africa occidentale.