Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Mali, campagna del governo contro le infibulazioni

Si è conclusa in Mali una serie di iniziative per combattere la pratica
delle mutilazioni degli organi genitali femminili. L'84 per cento delle
bambine maliane fino ai 14 anni, secondo un rapporto del locale
ministero per le Pari Opportunità, è vittima di infibulazioni o altri
tipi di mutiliazioni genitali. Una pratica molto diffusa nella
tradizione delle società africane e, allo stesso tempo, molto
condannata da tutte le confessioni religiose.


 Il ministro della
Cultura, El-Hadi Koita, spiega il fenomeno come frutto «dell'ignoranza
e dell'arroganza maschile» e ha esortato gli esponenti del mondo della
cultura a un maggior impegno in questa lotta. Nel corso del 2009 il
ministero per le Pari Opportunità ha lanciato una vasta campagna di
sensibilizzazione con la diffusione di opuscoli informativi nelle
scuole e negli ospedali, mentre spot sul tema sono apparsi di frequente
sul circuito radiotelevisivo nazionale.