Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Scontri tra cristiani e musulmani anche in Liberia

Il governo della Liberia
ha imposto un coprifuoco notturno nella contea settentrionale di Lofa,
dopo che ieri due persone sono morte in scontri fra cristiani e
musulmani.

«La polizia nazionale della Liberia, l'Unita' di risposta alle emergenze e la missione Onu in Liberia
sono state schierate nelle aree colpite ed e' stato imposto un
coprifuoco dal tramonto all'alba», ha detto il governo in una
dichiarazione.

Gli scontri secondo il comunicato sono scoppiati nella
citta' di Vionjama, al confine con la Guinea, dopo che il cadavere di un
bambino «con organi estratti» e' stato trovato nei pressi di una
moschea. La nota aggiunge che ci sono stati dei morti. Una fonte
governativa anonima ha precisato che le vittime sono state due.
Testimoni hanno riferito che persone hanno incendiato le chiese
cattoliche, battiste ed episcopali nella zona e che dieci persone sono
state seriamente ferite.

Si tratta del terzo scoppio di violenza fra cristiani e
musulmani nell'Africa occidentale dall'inizio dell'anno. A giugno piu'
di 400 persone sono morte nella citta' nigeriana di Jos e all'inizio di
febbraio almeno tre persone sono state uccise nella Guinea
sudorientale. Gli scontri cominciano per motivi religiosi, ma vengono
poi alimentati da rivendicazioni politiche e dispute su terreni.