Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sudan: Beshir minaccia di espellere osservatori internazionali

Il presidente sudanese Omar al
Bashir ha minacciato di espellere gli osservatori stranieri per le
elezioni, dopo che questi hanno suggerito il rinvio del voto previsto
per il mese prossimo. Il capo dello Stato ha detto che se gli
osservatori interverranno ancora negli affari interni al Sudan "gli taglieremo le mani e le calpesteremo".

Il 'Carter Center', organizzazione finanziata dagli
Stati Uniti che guida la missione per il monitoraggio delle elezioni
nel paese, ha suggerito di recente che le elezioni del prossimo 11
aprile dovrebbero essere rinviate per ragioni di sicurezza. Il voto "è
a rischio su molteplici fronti", ha sottolineato il Centro, secondo
quanto si legge sulla Bbc.
"Abbiamo accettato l'arrivo di osservatori stranieri
per le elezioni, ma se chiedono di posticipare il voto allora li
cacceremo dal paese", ha però precisato Bashir. "Ci aspettiamo che gli
osservatori dicano se il voto è giusto e libero, ma se interverrano nei
nostri affari, allora taglieremo le loro mani e le calpesteremo", ha
commentato ancora il presidente sudanese.