Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In Somalia gli islamisti vietano pure la campanella a scuola perché “ricorda i cristiani”

Vietato l'uso delle campanelle nelle scuole somale perchè ricordano le chiese cristiane. È quanto hanno deciso i miliziani islamici dello Shabaab, che hanno imposto l'ordine agli istituti di Jowhar, una città a novanta km a nord di Mogadiscio. Lo hanno reso noto gli stessi miliziani.

«Il suono della campana a scuola per richiamare gli studenti è contrario all'Islam – ha dichiarato alla stampa Jowhar Cheikh Farah Kalr, un responsabile degli Shabaab – suonare le campane è appannaggio delle chiese cristiane. Tutte le scuole non dovranno più farlo, altrimenti saranno punite».
La misura decisa dai ribelli, considerati il braccio armato di al Qaida in Somalia, non è piaciuta affatto ai direttori delle scuole. «Siamo senza parole – ha reso noto un responsabile di una scuola che è voluto restare anonimo – ne ho discusso con i dirigenti di altri istituti e abbiamo deciso di rispettare l'ordine, perchè non possiamo fare altro. È una misura ridicola».
La nuova misura repressiva arriva dopo quella presa nei confronti delle radio locali di Mogadiscio, spente per ordine del gruppo islamico Hezb al-Islam, perchè diffondevano musica occidentale e considerata «malefica».