Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il Brasile perde ma Lula parte per l’Africa alla conquista di mercati

«Profondamente triste». Questo lo stato d'animo con cui il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva è partito ieri per l'Africa. Lo ha rivelato il capo del gabinetto dei ministri Gilberto Carvalho. Che lo ha anche visto «attonito» di fronte «allo squilibrio emozionale» mostrato dalla nazionale nella sconfitta dall'Olanda. Lula concluderà questo sui nuovo viaggio in Africa – in cui rafforzerà l'influenza del Brasile nel continente nero, visitando via via Capo Verde, Guinea Equatoriale, Kenya e Zambia -, l'11 luglio a Johannesburg assistendo nel Soccer City alla finale dei mondiali. È evidente che il suo sogno era di trovarci la nazionale di Dunga. Ma non può certo esimersi dal farlo, poichè deve partecipare alla cerimonia della chiusura dell'evento e al lancio del simbolo ufficiale dei prossimi mondiali che si svolgeranno in Brasile nel 2014. Si consolerà con il fatto che, nel corso del viaggio, getterà nuove basi per ampliare gli scambi commerciali con l'Africa. Che, da quando lui si è insediato al potere nel 2003, sono arrivati ai 18 miliardi di dollari dell'anno scorso, ben 12 miliardi in più di quelli di sette anni prima. Insomma, visto che i suoi calciatori lo hanno deluso («È rimasto seduto davanti al televisore, cercando di capire cosa era successo», ha sempre rivelato Carvalho), penserà soprattutto agli affari.

Tags:

  Post Precedente
Post Successivo