Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Trafigura condannata per i rifiuti tossici in Costa d’Avorio

La multinazionale Trafigura è stata condannata oggi da un tribunale olandese al pagamento di una multa da 1 milione di euro per le sue responsabilità nello scandalo dei rifiuti tossici contrabbandati in Costa d'Avorio. Non è molto ma è significativa la condanna, arrivata da un tribunale europeo. L'accusa aveva chiesto una condanna a due milioni di euro. La corte di Amsterdam ha anche dichiarato colpevoli un dipendente della società e il capitano ucraino della nave Probo Koala che trasportava i rifiuti. Lo scandalo risale al 2006, quando la nave battente bandiera panamense, proveniente da Amsterdam, scarica nel porto di Abidjan 581 tonnellate di rifiuti tossici e poi li interra di nascosto in quattordici siti dell'area, provocando una strage: 17 persone sono morte e più di trentamila sono rimaste intossicate, ma Trafigura ha sempre negato un nesso causa-effetto tra i rifiuti e i decessi. Per cercare di chiudere rapidamente la questione Trafigura decide nel 2007 di pagare un risarcimento forfettario di 152 milioni di dollari al governo della Costa d'Avorio, per tutelarsi da future azioni legali individuali.