Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Elezioni Senegal, Youssou Ndour ferito a una gamba

Sale la tensione in Senegal in vista delle elezioni presidenziali di domenica e cresce l'opposizione al presidente Abdoulaye Wade che cerca un terzo mandato giudicato illegale dai suoi avversari. Nel corso di una manifestazione non autorizzata a Dakar, Youssou Ndour, il più famoso musicista africano ed esponente dell'opposizione senegalese, é rimasto ferito a una gamba. Lo ha reso noto il portavoce del suo movimento, Fekke ma ci boole (io sono coinvolto), aggiungendo che Ndour è stato visitato da un medico e non vuole commentare la vicenda. L'artista, vincitore di molti premi Grammy, é stato colpito durante la carica della polizia che ha disperso i manifestanti in piazza dell'Indipendenza nel centro della capitale.



Il consiglio supremo del Senegal, la massima autorità giudiziaria del paese, ha respinto la candidatura di Ndour alle presidenziali, mentre ha accettato quella dell'85enne Wade, fornendo un'interpretazione diversa della legge costituzionale che impedirebbe al vecchio presidente di candidarsi una terza volta. Da allora si sono intensificate le manifestazioni di protesta, nonostante il governo le abbia espressamente vietate. Centinaia di persone si erano unite al musicista e a un altro leader dell'opposizione, l'ex primo ministro Idrissa Seck, cantando in lingua Wolof, "Gorgui, na dem!" (vattene, vecchio!), all'indirizzo del presidente. Conosciuto nel mondo occidentale soprattutto per la canzone "7 Seconds" in collaborazione con Neneh Cherry, Ndour ha suonato con molte star internazionali, come Peter Gabriel, Sting, Wyclef Jean, Paul Simon e Bruce Springsteen. Il Senegal, ex colonia francese, é uno degli Stati pionieri della democrazia in Africa fin dall'indipendenza nel 1960 ed é l'unica nazione dell'area occidentale del continente a non aver mai subito un colpo di Stato. L'anziano leader ha detto di aver bisogno di un terzo mandato per completare il suo "grande progetto", ma é accusato di volere in realtà aprire la strada della successione al figlio, Karim Wade. Da gennaio, quando é stata confermata la sua candidatura, sono morte almeno sei persone negli scontri tra manifestanti e opposizione. Wade é almeno ufficialmente il secondo leader più anziano dell'Africa, dopo Robert Mugabe dello Zimbabwe, che ha 88 anni. Ma sono in molti a credere che il presidente abbia presentati certificati di nascita falsi e sia ormai vicino ai 90. Dovrà affrontare 13 candidati, fra cui tre ex premier, Idrissa Seck, Macky Sall e Moustapha Niasse e il leader socialista Ousmane Tanor Dieng. Nessuno di loro però sembra godere di grande sostegno, anche se forse riusciranno ad evitare che Wade ottenga la maggioranza assoluta. L'unico che avrebbe potuto farcela era proprio Ndour, ma é stato eliminato dalla gara.