Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In Mauritania hanno sparato al presidente. Operato ora è a Parigi

È giallo in Mauritania sullo sparo che ha «leggermente ferito» il presidente Ould Abdel Aziz. Il ministro delle Comunicazioni mauritano è andato in tv per spiegare che il colpo è stato
esploso da una pattuglia militare che non aveva riconosciuto il convoglio presidenziale, diretto verso la capitale Nouakchott.  In precedenza, però, fonti della sicurezza avevano fornito
una versione diversa sostenendo che a sparare era stato un uomo che si era avvicinato in auto al corteo presidenziale, facendo pensare a un possibile attentato di Al Qaeda nel Maghreb
islamico, molto attiva nel Paese.  



L'episodio è avvenuto sulla strada di Tweila, località 40 chilometri a nord di Nouakchott, mentre il presidente rientrava nella capitale dalla sua casa di vacanze. Eletto nel 2009, dopo
essere arrivato al potere con un colpo di stato l'anno prima, Ould Abdel Aziz é un alleato chiave dell'Occidente nella lotta contro al Qaeda nella regione.
Aziz è stato portato a Parigi per le cure dopo esser stato operato nell'ospedale militare di Nouakchott dove gli è stato asportato «un proiettile dal corpo».  Il presidente mauritano ha assicurato apparendo in tv che l'operazione cui si è sottoposto a Nouakchott è andata bene.
"Voglio con quest parole tranquillizzare i cittadini mauritani. L'operazione chirurgica che ho subito ieri sera è stata un successo grazie all'abilità dell'equipe medica", ha affermato il presidente, che appariva sdraiato a letto coperto da un lenzuolo fino al collo. Aziz è attualmente a Parigi dove verrà sottoposto ad ulteriori cure mediche. Intanto la situazione nella capitale é tranquilla, ma l'episodio rimane dai contorni poco chiari.